Friday for future. Uno sciopero degli studenti giusto o telecomandato?

La circolare del Ministro Fioramonti ha suscitato elogi e perplessità nei docenti e nella pubblica opinione. E’ la prima volta che un MInistro invita i dirigenti a considerare una assenza per siopero degli studenti come giustificata a priori. Il contenuto della manifestazione è sicuramente sacrosanto e definisce finalmente un terreno di mobilitazione concreto per un mondo migliore e diverso nelle scelte fondamentali di natura economica e sociale. Ciò nonostante desta una qualche preoccupazione il fatto che un governo possa decidere quali sono gli scioperi giusti e sbagliati degli studenti. Dovrebbe essere il movimento studentesco e le organizzazioni che li rappresentano a decidere in piena autonomia senza chiedere il permesso a chicchesia. Prendendosi anche la responsabilità delle scelte operate. Non dovebbe servire il permesso del papà-ministro..