Nelle scuole regna il caos, al Nord sono stati nominati meno della metà dei prof supplenti

La scuola in buona parte del paese è iniziata da tre settimane, ma restano da designare ancora buona parte dei supplenti. Secondo alcune stime, ad inizio settembre risultavano scoperte 66.000 cattedre: per ora ne sono state assegnate circa 32.000. Più o meno una su due. Una percentuale che scende al 43% se si considerano solo Piemonte, Veneto, Sardegna e Lombardia.

Fare stime sul  numero dei supplenti è un’operazione piuttosto complicata, perché, oltre ai numeri che abbiamo già scritto, bisogna  considerare i 48.000 docenti di sostegno in deroga e i 12.000 insegnanti presenti nell’organico di fatto.

Due concorsi possono servire solo a ridurre marginalmente questo stato di stress continuo che caratterizza ogni inizio di anno scolastico.