Tornano le domeniche gratuite al museo

Da domenica scorsa – lo ammetto mi sono dimenticato dell’appuntamento e ora corro ai ripari – sono tornate le domeniche gratuite al museo. Complessivamente riguarderanno 455 musei, parchi archeologici statali e siti comunali sparsi per l’Italia – l’elenco completo dei luoghi aperti (suddiviso per regioni e capoluoghi di provincia) è consultabile all’indirizzo www.beniculturali.it/domenicalmuseo.

L’iniziativa è stata reintrodotta e resa permanente dal ministro di Beni Culturali e Turismo Dario Franceschini. Tra i posti da visitare ci sono molti dei monumenti simbolo del nostro paese, come l’area archeologica di Pompei, gli Uffizi, la Reggia di Caserta, il Colosseo…

Per alcuni di questi siti è necessaria la prenotazione, mentre in altri casi l’ingresso potrà essere contingentato, per cui conviene consultare i siti dei musei e dei monumenti più importanti qualche giorno prima della domenica con accesso gratuito per evitare brutte sorprese.

Solo per fare un esempio, chi volesse accedere al Palazzo Reale della Reggia di Caserta, ed in particolare agli appartamenti storici, dovrà considerare che gli ingressi contingentati saranno contingentati a 3.600 persone (1.800 per il mattino dalle 8.30 alle 13.30, altri 1.800 per il pomeriggio dalle 13.30 alle 19.00).

La prossima domenica gratuita al museo sarà il 3 marzo.